Hello Design é Open!

Hello Design è Open!

Lo scorso 19 Maggio abbiamo aderito all’iniziativa Open! Studi Aperti 2018 promossa dal Consiglio Nazionale Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori, evento alla sua seconda edizione, che si è svolto in contemporanea in più di 700 studi di architettura di tutta Italia. 

Una manifestazione di architettura diffusa con lo scopo di avvicinare il cittadino all’architetto e farne conoscere l’importanza quale figura fondamentale della vita quotidiana del singolo e delle comunità.

La modalità di partecipazione ha previsto la creazione di veri e propri eventi, talk, performance curati dal singolo studio di architettura o dagli Ordini professionali, dove spesso l’attività degli architetti coinvolti è stata affiancata in modo suggestivo da altre espressioni artistiche.

L’evento organizzato da noi di Hello Design a Messina è stato “Experimenta!”: abbiamo scelto questo nome per presentare la nostra ricerca come architetti, che unisce la pratica professionale allo studio e sperimentazione delle possibili connessioni tra architettura e nuove tecnologie. 

Nomadi Digitali e Lavorare Nomadico

Fin dall’inizio del nostro percorso, Hello Design si è configurato come un progetto di lavoro diverso da ciò che avevamo sperimentato in precedenza. 

Per motivi logistici siamo diventate delle vere e proprie nomadi digitali che lavorano con soddisfazione e profitto ovunque ci sia il Wi-Fi e un tavolino (con del buon caffè possibilmente). Abbiamo anche coniato un termine adatto a definire la nostra filosofia ed il nostro modus operandi: Lavorare Nomadico.

Essere ARCHITETTI nel 2018 non implica necessariamente avere una sede fissa, ma vivere la città ed i suoi mutamenti con sguardo aperto. LAVORARE NOMADICO significa far divenire lo studio uno spazio mentale costituito da una stratificazione di piani digitali e reali.

-Hello Design-

 

Makers / Architetti

Il nostro interesse comune è stato fin da subito legato allo studio di nuovi modi di abitare ed ai possibili legami tra architettura, mondo digitale e produzione artigianale.

Con il nostro sito web cerchiamo di raccontarci e raccontare nuovi modi di fare e comunicare l’architettura.

Socie entusiaste del FabLab della nostra città, ne utilizziamo materiali, attrezzature e spazi che ci permettono di studiare nuove tecnologie e nuovi materiali e scoprire o creare noi stesse legami tra il mondo del making ed il “fare architettura” inteso nel senso più artigianale del termine, tra l’utilizzo dei materiali della tradizione ed il disegno cad, per creare una forma di artigianato nuova e piena di possibilità.

Nell’evento di maggio, insieme ai nostri ultimi progetti, abbiamo esposto i modellini di moduli abitativi componibili, da noi progettati nell’ambito di un concorso di idee, stampati in 3D in filamento di canapa (Kanesis), una lampada ed un blocco schizzi in legno progettati in cad e tagliati al laser e mostrato dal vivo una stampante 3D all’opera (precisamente una Prusa R2 Evo) mentre stampava un vaso dalla geometria complessa.

 

Siamo convinte che l’avanzamento e la diffusione di tecnologie come la stampa 3D così come lo sviluppo di materiali intelligenti, stia portando ad una nuova forma di artigianato di qualità.

Experimenta! ha avuto una buona risposta di pubblico, coinvolgendo tecnici del settore e persone appartenenti ai più vari ambiti che hanno mostrato un interesse sincero per il nostro lavoro, facendo anche nascere delle nuove sinergie di cui siamo molto contente. 

Il nostro obiettivo è quello infatti di fare rete, a livello locale ed a livello nazionale, mostrando un nuovo modo di lavorare, adatto ad una società dove l’architetto deve per necessità uscire dal suo studio così come tradizionalmente concepito e amalgamarsi, fondersi nella società, divenendo parte attiva del tessuto sociale della città, non arroccandosi in posizioni chiuse, piuttosto puntando tutto sulla condivisione dei saperi e delle buone pratiche, in modo da poter usufruire delle migliori conoscenze e competenze di ognuno ed utilizzarle per il bene di tutti. 

 

Architetto freelance. I miei interessi spaziano dall’interior design alla progettazione di mini unità abitative ecosostenibili. Un campo di ricerca che mi interessa molto è quello dell’architettura per le emergenze. Mi occupo anche di grafica, illustrazione e stampa 3D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *