La casa Minimalista – Guida allo stile


Minimalismo

Sentiamo sempre più spesso parlare di Minimalismo nell’arte, nella moda, in architettura. Ma che cos’è il Minimalismo?

E’ una reazione al consumismo dilagante ed alla sovraesposizione alle immagini, gusti e tendenze dettate dai media e social media.

E’ una presa di coscienza del significato sempre più forte ed ingombrante che la società assegna agli oggetti che possediamo o che “dobbiamo” possedere per “essere” in un determinato modo.

Il Minimalismo è qualcosa che può aiutarci a trovare la libertà di essere ciò che siamo davvero, la libertà di ricercare la nostra felicità non sublimandola attraverso gli oggetti ma semplicemente vivendo la nostra vita.

 

Minimalism is a tool to rid yourself of life’s excess in favor of focusing on what’s important—so you can find happiness, fulfillment, and freedom.

The Minimalists (Joshua Fields Millburn & Ryan Nicodemus )

Alberto Campo Baeza – Guerrero House, Vejer Cadiz 2005.
Photos © Fernando Alda, Roland Halbe.

Perchè una Casa Minimalista?

Un cambiamento nella nostra vita spesso coinvolge anche la nostra casa. Lo stile di vita Minimalista presuppone un abbandono dei mille oggetti che riempiono le nostre abitazioni ed il nostro quotidiano a favore di ciò che serve realmente.

In architettura, lo stile di vita minimalista ha trovato la sua espressione in lineari e bellissime residenze immerse nel paesaggio dove i confini tra intero ed esterno si fondono e, negli ultimi anni, nella progettazione e costruzione di mini unità abitative mobili o situate in mezzo alla natura: le tiny house o mini case (leggi qui il nostro articolo su questa tendenza) che uniscono il concetto di risparmio spaziale a quello di risorse naturali ed economiche.

Una casa minimalista avrà al suo interno solo lo stretto necessario. Un arredo semplice ed essenziale, alcuni poster o quadri alle pareti, delle piante.

 

I benefici di vivere in una casa minimalista

*Vibrazioni positive
Una casa minimalista è più semplice da mantenere in ordine perciò essa sembrerà sempre pulita e gradevole e questo si tradurrà per la nostra mente in pace e meno stress al nostro rientro a casa dopo una giornata di lavoro.
*Tempo libero
Più oggetti possediamo, più avremo da pulire. Meno tempo trascorso a pulire = più tempo libero. Semplice no?
*Bellezza
Una casa minimalista sembrerà naturalmente più bella. Perché?
È pulita, libera da oggetti inutili, ha più spazio. Tutto ciò la fa apparire più bella valorizzando lo spazio e l’architettura della casa.

Toyo Ito – White O, Marbella Chile 2009
Photo @Iwan Baan

Caratteristiche di una casa minimalista

*Superfici libere e colori neutri
Dipingiamo le superfici come muri, pavimenti e soffitti in tonalità chiare o colori neutri come bianco, grigio e beige. Lasciamo le superfici libere o con pochissimi oggetti che apprezziamo particolarmente, questi ultimi risalteranno.
*Pochi arredi
Ogni stanza di una casa minimalista dovrebbe avere solo i pezzi d arredo fondamentali, funzionali e assolutamente necessari.
*Più spazio libero
Avendo meno oggetti la casa risulta più aperta ed accogliente. Eliminando il superfluo ogni stanza sembrerà più grande .

 

Guida allo stile – Come creare una casa minimalista

Analizza la tua casa, procedendo stanza per stanza (o per categorie), liberati della roba in eccesso o donala (un metodo eccellente é il Konmari sviluppato dalla giapponese Marie Kondo, lo abbiamo illustrato qui ), tieni solamente gli oggetti davvero essenziali.

Ambiente per ambiente, ecco alcuni suggerimenti per te:

Soggiorno
Non riempire il tuo soggiorno di roba, puoi raggiungere un risultato gradevole esteticamente anche con pochi pezzi.
L’arredo essenziale in un soggiorno dove potersi rilassare la sera sarà:
Un divano di colore neutro ed una poltrona comoda (anche colorata!), un piccolo coffee table, una tv a schermo piatto appesa alla parete o su un semplice mobile (oppure, ancora meglio, niente tv!).
Cosa aggiungere: Uno scaffale con dei libri, tende leggere e di colore chiaro, una cesta con delle coperte o delle riviste.
Cosa eliminare assolutamente: mille soprammobili/bomboniere.

Sala da pranzo
Arredo essenziale: un tavolo da pranzo con 4 o 6 sedie dipende dallo spazio a tua disposizione, molto semplice, magari con dettagli in legno. Una madia contenitore dalle linee essenziali.
Cosa aggiungere: un quadro o un poster alle pareti per caratterizzare l’ambiente.
Cosa evitare assolutamente: orologi, soprattutto quelli giganti, anche se non funzionanti. La sala da pranzo è un ambiente destinato alla convivialità. Lasciamo che i nostri ospiti possano dimenticarsi del tempo che scorre godendosi la compagnia ed una buona cena.

Cucina
Basterà mantenere il piano della cucina più pulito e sgombro possibile per fare la differenza. Lascia sul piano solo gli utensili che usi davvero (macchina del caffè, robot etc ).
Cosa aggiungere: un cesto con della frutta fresca.
Cosa evitare assolutamente: elimina tutti quegli inutili aggeggi spremi/pela/gratta una volta per tutte (a meno che tu non sia un appassionato cuoco che li usa quotidianamente)

Camera da letto
Un guardaroba ordinato, un letto senza una testiera esagerata, biancheria da letto in fibre naturali e colori tenui, due comodini con lampade che diano atmosfera e sarai pronto a rilassarti.
Cosa aggiungere: un diffusore di fragranze.
Cosa evitare assolutamente: lo straripamento di vestiti dai confini dell’armadio. Suggerimenti sul decluttering dei vestiti qui.

Bagno
Un trucco per un bagno immediatamente più ordinato é quello di utilizzare contenitori per saponi e cosmetici senza scritte o, più semplicemente, togliere le etichette dai flaconi.  Anche qui una bella opera di decluttering è necessaria: via il superfluo!
Cosa aggiungere: una piccola radio per ascoltare la musica nella doccia.
Cosa evitare assolutamente: buttiamo tutte quelle minitaglie gratuite ed i cosmetici scaduti!

Personalizzare

Dopo esserci liberati del superfluo possiamo dare un tocco personale alla nostra casa: quali sono le nostre passioni?
C’é un colore che ci piace particolarmente?
Potremmo scegliere un paio di quadri ed un tappeto per il soggiorno del nostro colore preferito e tenere in vista qualche libro o qualche oggetto che parli di noi e delle nostre passioni.

Io vedo il minimalismo non come uno stile di vita che mira ad un’ immagine asettica e patinata, ma come un modo per mostrare e vivere pienamente uno spazio che rispecchi noi e le nostre passioni.

Vivere senza l’oppressione degli oggetti ci permette maggiore libertà a livello mentale.

 

Hai voglia di un cambiamento nella tua casa? Consulta le nostre proposte.

Sei un minimalista convinto o ti interessa questo stile di vita? E’ davvero possibile nell’era del consumismo sfrenato vivere con poco? Raccontaci nei commenti la tua esperienza!

Riferimenti utili: The Minimalists (sito web e documentario)

Immagini: Pinterest, Muji.com

Ti è piaciuto questo articolo? Offrici un caffè ☕
Buy Me a Coffee at ko-fi.com

Architetto freelance. I miei interessi spaziano dall’interior design alla progettazione di mini unità abitative ecosostenibili. Un campo di ricerca che mi interessa molto è quello dell’architettura per le emergenze. Mi occupo anche di grafica, illustrazione e stampa 3D.

3 Commenti

  1. Pingback: Mini Case • Hello design!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *