Nordic Style


Nordic Style

 

Il Nordic Style è attualmente molto in voga e noi di Hello Design lo apprezziamo particolarmente perchè i tratti che lo definiscono sono in linea con la nostra concezione d’arredo e nonostante la Scandinavia, sua terra d’origine e la nostra terra, la Sicilia, siano estremamente differenti e lontane tra di loro, è nostra opinione che i caratteri del nordic style, possano trovare perfetta ospitalità anche nella nostra assolata isola.

Lo stile di cui trattiamo in questo articolo, ha riscosso negli ultimi anni grande successo, grazie anche alla sempre più elevata diffusione all’interno delle nostre abitazioni, ma non solo, di elementi d’arredo prodotti da aziende di design di origine scandinava ormai ben note.

Benchè si possa erroneamente ritenere il Nordic Style, una tendenza dei nostri giorni, è importante ricordare che in realtà esso affonda le proprie radici nel passato, anche se si tratta di un passato non molto remoto.

Un po’ di storia…in pillole!

Il Design Scandinavo, nasce all’inizio degli anni ’20 del secolo scorso e fa parte del Movimento Moderno, ma ha ampia diffusione a partire dagli anni ’50, nei paesi nordici della Scandinavia: Danimarca, Finlandia, Islanda, Norvegia e Svezia.

I paesi scandinavi, a differenza del resto d’Europa, hanno comuni radici storiche, culturali, linguistiche e religiose, questo aspetto è stato la base di partenza per la formulazione dei caratteri fondamentali che definiscono il Nordic Style.

Le motivazioni che sostanzialmente portano al sorgere di questa corrente sono essenzialmente:

  • Un desiderio di innovazione progettuale che i designer europei manifestano nel periodo tra le due guerre mondiali. Per reagire al sopravvento delle nuove tecnologie industriali, essi scelgono di porre come referente del processo creativo la natura in opposizione alla macchina. Questo approccio influenzò moltissimo il modo di lavorare dei designer, portando alla nascita dell’Organic Design.
  • La continua lotta di adattamento alle difficili condizioni climatiche di paesi molto freddi e poco luminosi che, per nove mesi, d’inverno rimangono al buio, determinano il bisogno di spazi interni ordinati, essenziali e funzionali che implicano l’uso di materiali caldi e organici.

Fra i maggiori esponenti del Design Scandinavo, troviamo: Alvar Aalto, Arne Jacobsen, Charles Eames, Eero Saarinen e Hans J. Wegner per citarne alcuni. Grandi architetti che hanno fatto la storia del design moderno, lasciando traccia della loro creatività in elementi e oggetti d’arredo che tutt’oggi, nella loro versione originale o rivisitata, fanno bella mostra nelle nostre case e nei luoghi dove ci troviamo a soggiornare.

Tratti caratteristici

Lo stile nordico, contraddistinto per la grande armonia delle sue forme, dalle linee delicate e morbide e l’uso di materiali naturali, si può ritenere a tutti gli effetti uno stile organico. Tutto è calibrato e studiato, fin nel più piccolo dettaglio, in maniera consapevole e minimale, mai lasciato al caso, la funzionalità degli arredi cammina di pari passo ad un disegno formale che seppur senza troppi fronzoli risulta molto piacevole, armonioso e vivace. Non è inconsueto ritrovare in una stessa camera un tavolo da pranzo con sedie diverse una dall’altra o quadri e stampe di stili differenti appesi alla stessa parete. Questo potrebbe spingerci a credere che il Nordic Style sia uno stile dettato dal caso, dove la parola d’ordine è casualità e mescolanza, ma oggettivamente ciò che appare non è ciò che corrisponde alla realtà.

I caratteri rappresentativi dello stile nordico sono:

La luce, uno degli aspetti più rappresentativi del Nordic Style. Gli spazi interni devono essere illuminati dalla luce naturale che giunge da grandi vetrate aperte verso spazi liberi, laddove si può. Nel caso in cui la luce naturale proveniente dalle nostre finestre non sia sufficiente a garantire la luminosità necessaria, potremo ovviare con sospensioni, lampade e candele che possono assicurarci un risultato soddisfacente.

Sarà importante scegliere con accortezza i punti da illuminare e gli elementi di design preposti allo scopo, dal disegno essenziale ma di sicuro effetto, per creare armoniosamente e funzionalmente la giusta atmosfera, sopra un tavolo da pranzo, nella zona soggiorno o nell’angolo riservato alla lettura.

La natura, come più volte abbiamo sottolineato è molto importante per lo stile nordico e conseguentemente a ciò, diviene fondamentale l’uso di materiali naturali, il legno in particolar modo, che diventa protagonista della scena, prediletto nelle tonalità più chiare e tenui della betulla, dell’acero o del larice, ma perfetto anche nelle tonalità più scure della quercia e della noce.

Al legno possiamo comunque affiancare altri materiali, come la pietra e perfino il ferro, scegliendo però di utilizzare quest’ultimo ad uno stato grezzo, non rifinito. Anche i tessuti per i complementi e gli accessori saranno naturali e tra questi la pelle, il lino ed il cotone. Tutto quel che serve per plasmare attorno a noi un ambiente confortevole e armonico, in grado di trasmetterci benessere.

Per ricreare uno spazio quanto più naturale, sarà opportuno disporre anche di piante da appartamento. Daranno un tocco di vivacità al nostro arredamento e lo arricchiranno in maniera fresca e leggera.

I dettagli, devono essere curati e ricercati, per quel che riguarda gli elementi decorativi è importante sceglierne pochi, senza voler riempire a tutti i costi ogni angolo o superficie libera di casa nostra, ma dosando tutto con parsimonia ed equilibrio visivo tra spazi pieni e spazi vuoti, scegliendo oggetti dalle linee minimali. Per i motivi decorativi, la preferenza va accordata a trame essenziali e disegni geometrici o floreali. Volendo optare poi per un rivestimento dalle pareti diverso dal solito, oggi sono tornate fortemente in auge le carte da parati, anch’esse rigorosamente a trame geometriche o floreali.

Tra i colori trionfano i toni neutri, luminosi ma tenui ed eterei allo stesso tempo. Tra le tonalità privilegiate c’è il bianco, naturalmente! Il colore luminoso per eccellenza e del quale vi abbiamo parlato in uno dei nostri precedenti articoli: Bianco!

Accostato al nero regalerà un tocco di giusto contrasto ed eleganza.

Assieme al bianco e i colori neutri come il tortora e i colori sabbiati troviamo anche altri colori, nelle tonalità pastello come il verde, il rosa, il turchese, il giallo, il grigio e l’arancio.

Per regalare un tocco in più alla nostra casa dal sapore scandinavo, potremo concederci un piccolo lusso regalandoci un pezzo di design storico, che richiami il passato per rendere la nostra casa ancora più personalizzata.

Arredare la vostra casa casa secondo le regole del Nordic Style non è difficile, basta seguire le semplici linee guida che vi abbiamo elencato, ma se vorrete un aiuto più concreto per realizzare l’arredo in stile nordico come lo desiderate, saremo ben liete di offrirvelo, basterà semplicemente che ci contattiate sul nostro sito Hello Design e vi daremo tutti i suggerimenti che vorrete!

Ti è piaciuto questo articolo? Offrici un caffè ☕
Buy Me a Coffee at ko-fi.com

Architetto freelance. Amo l’arte, quella bella, capace di suscitare emozioni positive. Credo che l’architettura possa essere un bel modo di fare arte, ma è un’arte positiva se il suo fine è anche quello di rendere gli spazi realmente vivibili e a misura d’uomo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *