Appartamento

Il tuo appartamento non rispecchia le tue esigenze? Lo riprogettiamo per te comprensivo di proposta d’arredo !

COSA INVIARCI

una planimetria dell’appartamento, completa di misure e foto dell’ambiente.

Indica la posizione di:

  • colonne di scarico wc e cucina
  • eventuali pilastri
  • termosifoni
  • quadro elettrico

Non dimenticarti di indicare:

  • dimensione ed altezza dei locali
  • altezza e larghezza porte con senso di apertura
  • altezza e larghezza finestre (inclusa altezza davanzale)

RACCONTACI

le tue necessità ed aspettative. Se vuoi puoi allegare delle immagini di riferimento.

SCEGLI UNA DELLE NOSTRE PROPOSTE

Progetto Basic
cosa ti forniremo:
pianta dello stato di progetto con eventuali modifiche
schema distributivo dell’arredo
proposta arredi
schema dei colori
breve relazione illustrativa
RENDER
Schema controsoffitti
Schema elettrico
Richiedi qui info e preventivi
Progetto Advanced
cosa ti forniremo:
pianta dello stato di progetto con eventuali modifiche
schema distributivo dell’arredo
proposta arredi
schema dei colori
breve relazione illustrativa
RENDER
Schema controsoffitti
Schema elettrico
Richiedi qui info e preventivi

L’acquisto di una unità immobiliare, sia essa un appartamento, una casa indipendente o una villa, è una scelta di preponderante importanza nella vita di ognuno di noi.

La dimora dove decideremo di trascorrere generalmente il resto della nostra vita è in grado di influenzare le nostre giornate, i nostri umori e i nostri desideri, in misura direttamente proporzionale a quanto essa sia gradevole, confortevole e i suoi spazi consoni alle nostre reali esigenze.

Nel tempo abbiamo assistito ad un’evoluzione nel modo di concepire gli spazi di una casa, dalle dimensioni al modo di suddividerne gli ambienti e di arredarli che sembra dettato più da un rincorrere le ultime tendenze della moda che le effettive occorrenze di ci abita.

Questo ovviamente, conduce verso una uniformazione dei bisogni abitativi di ciascuno, ritenendo che quel che può essere congeniale ad un individuo possa esserlo per la massa.

Un aspetto negativo del settore edile odierno è l’estrema monetizzazione degli immobili. È ormai un motivo noto che anche la stessa progettazione di una casa è un fattore principalmente economico, a discapito della qualità architettonica e della vivibilità degli spazi creati.

A meno che non si abbia la possibilità di vivere in una bella villa costruita a nostra immagine e somiglianza, la maggior parte di noi, vive inscatolata, una sull’altra, in appartamenti che di nostra immagine e somiglianza possiedono ben poco. Risultato, anch’esso, dovuto a motivi economici, di chi progetta, di chi costruisce e vende (soprattutto di questi ultimi) e di chi compra.

La scelta dell’immobile da comprare, è inoltre spesso influenzata dalla necessità di vicinanza al luogo dove lavoriamo. L’urgenza di ovviare a questi due bisogni che, sono pure bisogni essenziali, ci può portare a trascurare altrettanto importanti elementi quali la vivibilità, il confort e l’accoglienza della casa, facendoci ingannare anche dalla confezione con cui il “pacchetto” ci viene proposto. A rafforzare tutto questo il fatto che oggigiorno poi, l’acquisto avviene sempre maggiormente sulla carta se si tratta di nuove costruzioni.

Lo stesso dicasi per l’acquisto di case o appartamenti già esistenti, il più delle volte, quel che ci colpisce di una casa è la bella disposizione di un ambiente, il numero e la grandezza delle finestre o dei balconi, tutti aspetti che non riusciamo ad approfondire dopo una semplice visita di non più di mezz’ora, durante la quale non potremo fattivamente renderci conto se quella casa o appartamento che pensiamo di comprare, sarà davvero rispondente ai nostri bisogni ma potremo realmente rendercene conto, nel momento in cui inizieremo a vivere in quegli spazi e a sentirli nostri.

Allora accade che ci rendiamo conto di non avere valutato per bene tutti gli aspetti che caratterizzano la nostra casa, che la distribuzione degli ambienti non ci piace poi così tanto come quando l’avevamo vista le prime volte, magari durante le fasi di costruzione e che a causa di vincoli imposti dallo stesso schema planimetrico dell’immobile abbiamo dovuto sacrificare  la volontà di arredare e disporre i mobili in un modo a favore di un altro e  che non abbiamo abbastanza spazio per tutte le nostre cose che vorremmo per tale motivo buttare via ed avere un po’ di respiro, insomma, per ovviare alle nostre tasche e a tutto il resto, abbiamo dovuto mettere da parte quelli che sono i nostri veri desideri e bisogni e la nostra casa non è poi così comoda come vorremmo.

È possibile, anche con un intervento minimo, guadagnare spazio e ottimizzare al meglio le possibilità  perfino inaspettate che la nostra casa ci può offrire. Non sempre dovremo affrontare delle modifiche consistenti, potrebbe bastare semplicemente abbattere un muro, costruirne uno nuovo, spostarlo o addirittura potrebbe non essere necessario nulla di tutto ciò ma costruire dei mobili su misura che ci permettano di tirare il tanto atteso sospiro di sollievo, rendendoci conto che finalmente riusciamo a vivere la nostra casa come sempre abbiamo desiderato.

Naturalmente è ovvio che ci troveremo ad affrontare nuove spese che sicuramente vorremmo evitare, ma basterà un’attenta analisi e valutare la situazione caso per caso studiando poi la soluzione migliore per trovare infine quella che fa al caso nostro, trattandosi di una progettazione preliminare i costi saranno adeguati ma non elevati e pertanto, sarà poi il cliente a decidere se e come proseguire.